Totani ripieni con erbette



Tremendamente stanca. Ma dall'ultimo post ho dato altri due esami. Fiuuuu! E ora sto preparando il quarto. Il mese di luglio non sarà da meno, avrò altri due esami...se riesco a prepararli entrambi. Vedremo.
Ieri è stato il primo giorno d'estate e ancora non me la posso godere in pieno. Per ripicca con tutti quelli che ieri, con un sorriso a ottomila denti, mi urlavano "Oggi è estateee!" e cantavano questa canzone facendo il trenino, rispondevo che da oggi le giornate si sarebbero ridotte. Malefica, vero? Dovete anche capirmi però, a uno studente sotto esame fino a fine luglio non si può sbattere in faccia l'arrivo dell'estate con relative vacanze, mare, sole, uscite serali fino alla mattina dopo... perché ancora non sa cosa siano. Chiedo solo un po' di empatia! :P 
Comunque l'esame che sto preparando mi sta facendo entrare in una crisi profonda. Esame di Chimica Analitica in inglese. Solo il pensiero mi mette ansia. Beh si, sono uscita da un linguistico, non ho molti problemi a leggere, tradurre e parlare in inglese (mi faccio capire abbastanza), ma il mix con Chimica Analitica è a dir poco micidiale. Qualcuno di voi mi vuole accompagnare gentilmente a Lourdes? 
La fede dello studente in crisi è direttamente proporzionale all'avvicinarsi della data d'esame. 


Passando alla ricetta: i totani ripieni. E' uno dei miei piatti preferiti, e da piccola ne andavo pazza! Mother li preparava spesso ma con il nome di "porcellini" (nome dato da ZiaL, ma il motivo resta tutt'ora un mistero).
Esistono diverse ricette. Cambiano da regione a regione e di famiglia in famiglia. C'è chi utilizza i totani, chi i calamari. Chi li preferisce giganti, chi piccolini. C'è chi ci mette anche un po' di carne nel ripieno, chi la mollica di pane, chi le patate...
Io, personalmente, ho comprato i totani con l'idea di prepararli secondo la "tradizione" di Mother. Ma guarda caso (la mia sbadatagine sta raggiungendo livelli mai visti prima!), alle otto di sera, una volta aperto il frigo per incominciare a cucinare, mi sono accorta che mancavano metà degli ingredienti, compreso le uova. Bene, che fare? 
Mi sono accontenta di quello che c'era, ed ecco cosa ne è uscito. Una ricetta semplicissima e leggerissima!

Ingredienti per 3-4 persone:
  • 6 totani medi 
  • mollica di pane
  • una grossa patata
  • erbe fresche: prezzemolo, rucola, basilico, menta, erba cipollina...
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1-2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
  • olio extravergine d'oliva
  • pomodorini pachino
  • un cipollotto
  • vino bianco

Tritare tutte le erbette insieme a uno spicchio d'aglio.
Pulire i totani: staccare la testa e togliere le interiora e l'osso. Lavarli bene internamente lasciandoli interi e tritare i tentacoli. Far rosolare questi ultimi in un goccio d'olio con uno spicchio d'aglio. Lessare la patata e ammollare la mollica di pane con del latte. Amalgamare il tutto con il trito di erbe e aglio, il parmigiano grattuggiato (se lo avete anche un uovo, che lega meglio il tutto). Aggiungere i tentacoli. Riempire i totani e chiuderli con uno stuzzicadenti. Ricordatevi di non riempirli troppo, perché altrimenti in cottura scoppiano. Io in genere mi regolo lasciando "libero" lo spazio di un dito circa. Far rosolare in una padella dell'olio con il cipollotto e i pomodori pachino. Aggiungere i totani, far rosolare e sfumare con del vino bianco.
Far cuocere a fuoco basso e coperti per 15-20 minuti aggiungendo acqua se necessario e rigirandoli a metà cottura delicatamente. Una volta pronti lasciar intiepidire e servire.



Con questa ricetta partecipo al contest di Gustoshop Blog:

e a quello di Made in Kitchen:



10 Forchette :

  1. Non amo il pesce, ma questo piatto mi sfizia un casino!

    RispondiElimina
  2. dai con queti totani ti sei tirato un po' su visto il perdiodo stressante!

    RispondiElimina
  3. Ottimi e profumatissimi ! Grazie per partecipare a Gustoshop in fiore !

    Allora augurissimi per gli altri esami !

    Marilì

    RispondiElimina
  4. Sono da poco tornata da una vacanza dove ho mangiato un totano alla campese che mi sogno pure di notte. Non s'immagina che con un pesce così si riescano a fare ricette gustosissime.

    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Ho appena finito di mangiare e ho fame di nuovo! Grazie sap! ;)
    Questi li provo prestissimo, sicuro!

    RispondiElimina
  6. Deliziosi questi Totani ripieni con erbette!! una ricetta sana e genuina da provare assolutamente in tutte le cucine italiane!

    RispondiElimina
  7. Sono certa che questi totani tu hanno tirato su' il morale. Complimenti per questa ricetta molto invitante.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  8. Che bella questa "versione" light dei totani ripieni....io non li ho mai fatti....ma forse ci potrei riuscire??? Grazie per essere passata da me, purtroppo ieri blogger sembrava impazzito, non sono riscita a rispondere a nessuno!!

    RispondiElimina
  9. ELel: io invece mangerei solo pesce! Se non fossi una studentessa fuori sede e squattrinata lo mangerei tutti i giorni! :P

    carpe diem: eh si, la cucina è l'unico modo per tirarmi su e rilassarmi. C'è qualcosa di magico nel preparare e mischiare gli ingredienti...

    Marilì di Gustoshop: Grazie, anche a te!

    Kylie: hai ragione! A vederlo il totano è un "pesce" strano...ma comunque lo si cucini da sempre ottimi risultati!

    Diana: Fammi sapere, mi raccomando!

    ristoranti di Roma: grazie e benvenuto nel mio blog!

    Daniela: Grazie!!!

    Artù: Certo che ci puoi riuscire! E' una ricetta piuttosto semplice...io aiutavo anche mia mamma quando ero piccina a farli! :)

    RispondiElimina
  10. Sfiziosissimi davvero! Domani li faccio. Grazie mille per questa delizia!
    Un abbraccio

    P.s. ...ho scoperto il tuo bellissimo blog grazie ad un commento che hai lasciato dalla simpaticissima Vittoria (Dannati Danni).

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM