Kumquat o non kumquat? Questo è il problema.

mousse mascarpone e vaniglia


Ho conosciuto Caris tre anni fa, proprio grazie all'MTC ma ci siamo incontrate per la prima volta solo due settimane fa. 
Ed è una donna favolosa, oltre che gnocca.
Complice il sole che riscaldava senza rendere l'aria afosa, la bellezza di Piazza del Popolo, via del corso e Piazza di Spagna dove non tornavo dai tempi dell'adolescenza, quell'oretta trascorsa insieme è stata come una mano sul cuore. 
Leggera, meravigliosa.
Un sorriso ad ogni parola. 
Anche se all'inizio mi sentivo un po' a disagio. E' il terzo giudice della sfida del mese, mica cotiche. Cioè... è come conoscere un vip! 
Ed ora che l'ho conosciuta ho anche un'ansia da prestazione pazzesca. Perché lei ha un'eleganza nel fare i dolci che supera ogni possibile immaginazione. 
E poi... io ho sempre odiato i pan di Spagna. Fondamentalmente perché non mi son mai venuti bene. 
Ma soprattutto non sopporto le classiche torte di compleanno (ecco, questo è un dettaglio che ho tralasciato di dire durante il nostro incontro) quelle con crema e cioccolato e bagna all'alchermes. Odio profondo fin da bambina.
Inoltre non sono in generale amante di dolci anche se la pasticceria mi ha sempre affascinato. 
Quindi ho affrontato questa sfida con un certo timore reverenziale.
Ma come sempre succede, alla fine mi butto. 
E niente...

Torta con i kumquat

Non doveva essere proprio così, la torta.
Il montaggio al contrario doveva esserci (astenersi maliziosi).
La mousse al mascarpone e vaniglia idem.
Il pan di spagna alle mandorle pure.
I kumquat anche.
E allora? Di cosa mi lamento?
Del marito, ovvio.
Perché se lui è in casa e gira per la cucina è un casino. Vuole aiutare ma ha capito da tempo che farebbe l’opposto, quindi si siede sul tavolo, ogni tanto assaggia, e mi osserva. Ed è peggio.
Molto peggio.
Perché vede ciò che faccio, gli ingredienti che utilizzo e se uno non gli piace è la fine. Come i kumquat, in questo caso. Li odia senza apparente motivo, non li ha nemmeno mai assaggiati.
Se lui non fosse stato in casa (come doveva essere in principio, prima di quella maledetta telefonata in cui un amico posticipava una partita di calcetto) avrei fatto una mousse con i kumquat, la vaniglia ed il mascarpone che avevo testato nei giorni passati dai miei dopo la Pasqua. Pura libidine!
E ciò che più mi fa rosicare è che se lui non fosse stato lì ad osservarmi ed avrebbe poi solo assaggiato il dolce gli sarebbe anche piaciuto. E di questo ne sono sicura (dice di odiare i capperi eppure ogni tanto glieli nascondo in alcune preparazioni, e lui mangia placido ed appagato, per dire… #mogliemalefica).
Comunque mi sono dovuta accontentare di bagnare il pds con lo sciroppo. 
Ed ho aggiunto della farina di cocco alla mousse che con la dolcezza agrumata dello sciroppo di kumquat e la delicatezza della vaniglia trovo perfetta.

pan di spagna Leonardo di Carlo ricetta

Ma non è finita qui. 
Volevo uno strato croccante. Ed avevo in mente una sorta di croccante “morbido”, facile da tagliare insomma. Ma niente, questo non sono riuscita a farlo (per colpa mia) ma se non torteggiavo dicarlando sabato non l’avrei più fatto. E quindi niente… l’unica cosa “croccante” che avevo in casa e che si sposasse con i sapori scelti erano le gocce di cioccolato bianco. 
Accontentiamoci e torteggiamo…
E no.
Perché alla fine il montaggio al contrario non mi è venuto proprio perfetto perfetto. L'ultimo strato di pds non l'ho tagliato. Perché? Boh.
E non ho nemmeno calcolato bene gli strati della mousse e quindi non risulta molto simmetrica al taglio. 
Ma dagli errori c'è sempre da imparare, quindi la prossima volta so che andrà meglio.

Detto questo, Volevo dare un degno nome alla torta. Ho sempre avuto un amore/odio per le figure retoriche, non so perché le riconoscevo tutte ma le confondevo. A parte la classica metafora e l'ossimoro (oh, quanto mi piacevano gli ossimori! Lo avete notato? Ne ho usato uno poco fa... :D ) per tutte le altre entravo in confusione. 
Mentre torteggiavo pensavo alla sostituzione dei kumquat con il solo sciroppo, una parte per il tutto, quindi in teoria, una sineddoche (ok, magari è solo nella mia testa ma assecondatemi come quando elucubro sugli indizi della Van Pelt) mentre la metonimia è la sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo una relazione di vicinanza (e sono riandata a ristudiarmela anche su wikipedia!). Comunque, il termine metonimia mi piaceva assai e c'ho pensato durante tutto il torteggiamento.

La chiamo Metonimia e Sineddoche? 
Sineddoche o Metonimia?

- "Amore che dici, come la chiamiamo, Sineddoche e Metonimia?"
- "Chiamiamo chi? Nostra figlia? Manco ce l'abbiamo e pensi ai nomi?
- "Ma nooo, la torta!"
- "Perché dovresti chiamare una torta?"

Vebbè,
Testa o croce. 
Due a zero per Metonimia. 

Torta Metonimia
(Pan di spagna alle mandorle con muosse al mascarpone, cocco e vaniglia e scriroppo di kumquat)

pan di spagna alle mandorle ricetta perfetta

Ingredienti per il Pan di spagna classico alle mandorle (ricetta di Leonardo Di Carlo):
Ho dimezzato le dosi date da Caris e utilizzato due stampi da 18 cm.


  • Uova intere 250 g
  • Zucchero semolato 117 g
  • Miele delicato (io millefiori) 12 g
  • Buccia di limone grattugiato fine 2 g
  • Sale fino, un pizzico
  • Farina debole W 150-170 117 g
  • Polvere di mandorle 75 g 
  • Burro fuso a 45°C 30 g

Unire i primi cinque ingredienti, mescolare e scaldare tutto a bagnomaria fino ai 45°-50° C, mettere in planetaria e montare con la frusta fino a una massa voluminosa e stabile. Incorporare delicatamente la farina setacciata due volte unita alla farina di mandorle, prelevare 1/10 della massa e unire a questa il burro fuso, quindi aggiungere delicatamente al resto della massa, mettere in stampi e cuocere subito a 180-170° per 20-25 minuti (per tortiere alte 4-4,5 cm), tenendo un cucchiaio di legno fra lo sportello del forno.
Una volta cotto, togliere il pds dalla teglia quando è ancora caldo (per impedire che secchi troppo), ed adagiarlo su un foglio di carta forno. Prima il dolce va cosparso di zucchero semolato, per evitare che si attacchi alla carta.
Una volta freddo tagliarlo in 3-4 strati con un coltello seghettato.

pds Leonardo di Carlo

Per i kumquat scriroppati (ricetta presa pari pari da Loredana):

  • 300 g di kumquat
  • 650 g di acqua
  • 350 g di zucchero
  • un pezzetto di stecca di cannella

Lavare i kumquat, asciugarli e sforacchiarli con uno stuzzicadenti.
Portare a bollore l’acqua, unire i kumquat e cuocerli per 5 minuti dalla ripresa del bollore. Scolarli e metterli da parte.
Aggiungere all’acqua lo zucchero e la cannella e portare a bollore. Unire i kumquat e lasciar riposare, coperto, per 24 ore.
Scolare i kumquat, riportare a bollore lo sciroppo ed unire nuovamente i frutti. Dopo questo secondo passaggio ho eliminato la stecca di vaniglia.
Ripetere tutti i passaggi (scolare-bollire-riunire-riposo di 24 ore) per altre 5 volte.
Per l’ultima volta  scolare i kumquat, portare a bollore lo sciroppo, unirvi i kumquat e far riprendere il bollore. Disporre kumquat e sciroppo in vasetti ben puliti, chiuderli e lasciarli riposare capovolti finché sono freddi.


Per la mousse di mascarpone e cocco:

  • 500 g di mascarpone
  • 250 ml di panna fresca
  • 50 g di farina di cocco
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 stecca di vaniglia

Incidere la bacca di vaniglia per metà nel senso della lunghezza, raschiare i semini e aggiungerli alla panna fredda di frigo. Montare la panna con lo zucchero a velo e metterla in una ciotola capiente.
Mescolare il mascarpone con la farina di coccco in modo da ottenere una crema facilmente lavorabile e mescolare il tutto lentamente alla panna.
Mettere in un sac à poche.


Montaggio della torta (stampo da 18 cm):

Occorrente: fogli di acetato (o carta forno), un vassoio, anello di acciaio (o anello di una teglia a cerniera).
Inoltre: una manciata di goccie di cioccolato bianco.

Tagliare (o coppare) il pan di spagna ad un cm dalla circonferenza in modo che sia più piccolo dello stampo,
Porre un foglio di acetato sul vassoio. Disporre l’anello sul vassoio e ricoprire i bordi con una striscia di acetato. Fare un primo strato di mousse di circa un cm.
Bagnare il pan di spagna (non eccessivamente) con lo sciroppo dei kumquat e sistemarlo sopra la mousse) . Aggiungere un altro strato di mousse e le gocce di cioccolato bianco, un altro strato di pan di spagna bagnato, altra mousse e finire con l’ultimo strato di pan di spagna che io non ho tagliato (non so perché) ottenendo l’effetto di una cheescake (come suggerito da Rosaria).
Porre in congelatore per almeno qualche ora poi rovesciare la torta sul piatto di portata, togliere il foglio di acetato, l’anello (se non è apribile, ci vorrà qualche minuto di scongelamento) ed infine la striscia di acetato.
Decorare a piacere.


mousse cocco e mascarpone

Se ancora non si fosse capito, con questa ricetta partecipo all'MTChallange di Aprile:



59 Forchette :

  1. No dico ma va a finire che la pasticceria sarà il tuo futuro .....ma quanto è bella questa torta? Ora dire al 3° giudice che è pure gnocca è tentativo di corruzione palese, anche se gnocca lo è davvero. Brava Mazzetta bella la torta e la sviolinata :P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaahahhahaha! Sono una corruttrice ma se una è gnocca è gnocca, non ci si può fare niente. Che poi l'ho corrotta anche portandole delle uova di papera... ma non dettagli! :)))

      Chissà se la pasticceria sarà il mio futuro...non sei la prima a dirmelo e questo inverno avevo quasi pensato ad un corso, di quelli seri. Ma costano un botto!!

      Elimina
  2. ma quell'ultimo disco messo così sembra fatto apposta!!
    non ti buttare giù hai fatto un dolce con i controfiocchi!!! bravissima!
    per il marito...il mio partecipa poco ma ho il figlio grande che mi ronza sempre attorno come un moscone:usa questo, quello non mi piace...ma ci metti anche questo?? ma lo sai che non mi piace....insomma potrei dire mal comune mezzo gaudio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questi uomini perché non escono dalla cucina??? Che gusto provano ad osservarci...non si fidano di noi povere donne?? :P

      Elimina
  3. Ahah, mi fai morire! Anche perché un certo qualcuno è uguale, in casa mia.. "ma mica metterai il formaggio?" "Assolutamente no", e poi glielo metto, ovviamente :D
    Tanto conosco il pollo, e so su cosa posso ingannarlo.
    Se vede, ovviamente, è tutt'altra storia..
    Ah, questi uomini!

    La prossima volta che devi fare una torta, invita me :P
    Mi piace moltissimo la tua torta, sia esteticamente che negli abbinamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non avessi iniziato nuovamente a lavoricchiare la rifarei anche domani così da invitarti subito... a te e Olivia, ovvio. Gli uomini al momento li lasciamo soli... :D

      Elimina
  4. Bellissima la torta elegante e nome ........ io con i nomi dei dolci sono negata ......
    sarà forse asimmetrica ma una fettina la mangerei volentieri
    Brava ciao Manu

    RispondiElimina
  5. Ha ragione Annarita, sviolinata...ma la torta è bella, ma proprio bella, perché ti lamenti non capisco, è bella anche al taglio...e vedendola mi è venuta in mente quella che farò domani...a mio marito chiedo spesso i titoli dei miei post essendo giornalista di agenzia sa bene come si fanno i titoli corti dove bisogna far capire tutto, sull'assaggio è meglio che lascio perdere, assaggio io...brava Mazzetta, è molto elegante e raffinata e le imperfezioni fanno la differenza con il prodotto confezionato dalle macchine...ci devono essere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sviolinate al terzo giudice ci sono in ogni post... :P
      Grazie mille Tam, felicissima ti sia piaciuta con tutti i suoi difetti, ed hai ragione, a volte sono proprio loro a rendere qualcosa un pezzo unico!

      Elimina
  6. Proprio bella! E l'accostamento cocco/kumquat/mascarpone mi sembra azzeccatissimo

    RispondiElimina
  7. Ma tu lo sai che anche il mio di marito mi da gli stessi problemi! Se mi gironzola intorno va sempre a finire che devo cambiare gli ingredienti che a lui non piacciono ma che mangia puntualmente e senza protestare se glieli nascondo!
    La torta bellissima! Mi piace molto la decorazione: semplice ma d'effetto. La farcia è tra le mie preferite e quello sciroppo dovrò provarlo, peccato solo che il gelo mi ha messo ko la mia pianta di mandarini cinesi!
    In bocca al lupo per la sfida. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuooo! Poveri mandarini! Io li ho colti dall'alberello dei miei quando sono andata a trovarli per Pasqua, mio padre l'ha salvata dal congelamento coprendola con delle buste di plastica per tutto l'inverno se ti può servire come consiglio. :)
      Comunque, dobbiamo trovare una soluzione per i mariti in cucina!!

      Elimina
  8. Lasciando perdere tutte le figure retoriche e la grammatica in generale, trovo questa torta bellissima, elegante e delicata. Sono sincera nel profondo e quindi ti dico che se nella torta intera il fatto di intravedere l'ultimo strato di pan di spagna mi piace moltissimo, perché richiama il colore della decorazione, effettivamente al taglio la fa sembrare un po' asimmetrica, ma non meno bella, fidati. La prossima volta chiudi tuo marito nello sgabuzzino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahahahahahahhah seguirò il tuo consiglio, grazie!!!!

      Elimina
  9. No ma io te lo dico...se ho qualcuno in cucina con me mentre preparo e mi si presenta una "magagna" per non fare fighiurremmerd la mente lavora alla velocità della luce e di solito risolvo alla grande..... resta che a me la tua torta piace un sacco!! Non mi sparare ma mi verrebbe da dire che tuo marito dovrebbe stare in cucina con te sempre ahahahahah, bacioni Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahahah non ti sparo perché ti voglio troppo bene, ma tu mi vuoi proprio male se mio marito deve stare sempre con me in cucina...ahhahahahahha un incubooo!!!!!

      Elimina
  10. Lasciando perdere tutte le figure retoriche e la grammatica in generale, trovo questa torta bellissima, elegante e delicata. Sono sincera nel profondo e quindi ti dico che se nella torta intera il fatto di intravedere l'ultimo strato di pan di spagna mi piace moltissimo, perché richiama il colore della decorazione, effettivamente al taglio la fa sembrare un po' asimmetrica, ma non meno bella, fidati. La prossima volta chiudi tuo marito nello sgabuzzino!

    RispondiElimina
  11. mi chiedo con chi tu sia uscita? quale gnocca? che si sappia, io mi sentivo molto in imbarazzo a stare con un mostro sacro come te! e pure magra da far invida (la mia) nonostante una cucina di alti livelli! Poi dici..De torta: ma stai scherzando? a me sembra bellissima, raffinata nello stile, molto francese! Mi sembra curata nell'estetica e pensata nei minimi particolari. Il montaggio inverso sembra essere nelle tue corde (e puoi lasciare andare tutti i commenti maliziosi che ritieni):DDD Una fetta corruttrice al terzo giudice no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seee!!! Sei gnoccca, punto. E la Rossi qui sopra mi ha dato anche ragione! :)
      E poi, IO un mostro sacro? Scherzi??? Sì...probabilmente sì... ma andiamo avanti... cucina di alti livelli? La mia??? Ti inviterei ultimamente a cena da me...ieri hamburger e panini, l'altro giorno insalatona... yeah! Perché sarò piccolina e tendenzialmente magra ma ho messo su in questi giorni un deretano da far paura.
      Sono praticamente un deretano ambulante! :D
      Una fetta corruttrice te la mando volentieri! :)))

      Elimina
  12. Metonimia o sineddoche, caramello o no, kumquat o non kumquat...nonostante le traversie (ed il marito!) questa torta è un autentico spettacolo: complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazieee!!! Grazie grazie grazie!!

      Elimina
  13. A me pare che tu abbia fatto un ottimo lavoro, Mazzetta, altroché!
    Comunque il marito non lo devi ascoltare: se poi non assaggia perché è prevenuto peggio per lui :P
    Bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eli! I tuoi complimenti mi fanno sempre arrossire... ma proprio tanto!
      Purtroppo quando faccio i dolci devo ascoltarlo per forza...se poi non assaggia devo finirli io...e nun je la fo'...sono a dieta! :D

      Elimina
  14. kumquat! kumquat! non ci sono dubbi!
    è bellissima arianna, e non solo bella, è pure molto originale e ricca. e malgrado tutti i tuoi fishing for compliments, perfetta.
    sono davvero senza parole...
    e eccone un'altra da podio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo Gaiaaa! Il podio è l'ultima cosa che voglio, sul serio!!
      Ce ne sono altre che meritano molto di più!!!
      A parte il montaggio al contrario è semplicissima, è che fa scena. E' tutta apparenza!!! :)))

      Elimina
  15. Il primo aggettivo che mi viene in mente vedendo questa torta è elegante. Mi piace molto l'accostamento dei sapori e dei colori. Bravissima! E non è retorica! :-D

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fabio!! Il fatto che non è retorica è consolante :)))))

      Elimina
  16. No, vabbè, ma che mariti e fidanzati non ci devono stare in cucina si sa!!! :-D
    Scherzi a parte, a me la tua torta sembra bellissima, e ottima nella combinazione di sapori... e quella mousse mi fa tanta gola...stai a vedere che alla fine ti ha aiutato davvero! ;-)
    Buona giornata,
    Alice
    P.S.: condivido la passione per le figure retoriche...anche se non le uso mai e faccio casino tra una e l'altra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che rimanga tra noi... Un pochino mi ha aiutato!! Ahhahahahha ma a lui non diciamo niente, ok? :)

      Elimina
  17. ahahahahah! mi hai fatto troppo ridere te e le tue figure retoriche! bello il nome metonimia! solo un genio come te poteva partorire un simile capolavoro, montato alla perfezione e con quella mousse che è da svenimento! pan di spagna assolutamente perfetto! aho, vorrai mica vincere per caso??? :-DDDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooooo non voglio vincereeee!!! Ti pensa alla limonilla che nome più geniale non esiste!!

      Elimina
  18. questi mariti, che pazienza! bonus per te perché sei riuscita nonostante le distrazioni a fare una torta bellissima ed elegante, e per fortuna che non ti piacciono i dolci (sarà per questo che sei magra? io sono golosa, e infatti...) :-D
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Caris qualche commento più sopra... Sono piccola e tendo facilmente ad ingrassare.. E passata la Pasqua sono diventata un deretano ambulante! Però in effetti non essendo particolarmente amante dei dolci, quando sono a dieta, la cosa aiuta... :)

      Elimina
  19. I mariti li fanno con lo stampino? Mah...secondo me sono fatti in serie con tanto di etichetta di utilizzo. Quando mio marito ha visto il mio zuccotto lo sai che ha detto? Ma tutta sta roba devi fare? Non potevi dare una festa? E con tutta non lo ha neanche assaggiato. Dimmi tu se si può essere gratificate. Io lo so che tu avresti fatto tutto molto diverso con questa torta, perché io faccio esattamente come te se lui mi gira in cucina. Svicolo su ingredienti che vorrei usare verso altri che lui ama. Nascondo tracce di burro, frutta secca, spezie esotiche. Baro miseramente su alcuni procedimenti per fargli credere che la preparazione è leggera, semplice. Insomma, una vita in bilico.
    Ma mi sono divertita da morire a leggere il tuo post e come ti ho già detto, trovo la tua torta veramente in zona podio, bellissima e decisamente originale. Le pecche le vedi solo tu, ma dovremo pur lasciarti parlare, no?
    Ti abbraccio mia cara, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anche io che i mariti siano fatti con lo stampino. Che poi mi domando, come è possibile che noi mogli siamo così perfette, e loro no?? Insomma, si possono sforzare un pochettino, no?? :D
      Tuo marito è come il mio. Identico! Con un ulteriore pecca, a volte mentre faccio le verdure al forno (es. zucchine, melanzane, peperoni...) che gli piacciono tanto, se vede una puntina nera, una piccola parte rovinata o qualsiasi altra cosa...per lui dovrei buttare tutto l'ortaggio. E non riesco a cambiarlo! Purtroppo ha ripreso dal padre, ma ciò che mi sconvolge di più è che viene dalla campagna...mah!
      Comunque a parte il prendere in giro i mariti (che dici, lo facciamo diventare uno sport???) io ho messo il tuo zuccotto in zona podio, la mia torta fa solo scena, è semplicissima!! :)
      Ti abbraccio anche io!!

      Elimina
  20. Fra, io non ci provo nemmeno un montaggio al contrario. Riuscirei sicuramente a far un disastro e quindi....mi astengo.
    La tua non solo è venuta bene, ma pur con le varie sostituzioni e cambiamenti in corso deve essere una delizia.
    Se ti consola, io evito di comunicare al Martirio gli ingredienti. Per dire: ha assaggiato i petali canditi e mi ha chiesto: buoni! cosa sono? Se glielo avessi detto prima non ci avrebbe nemmeno provato.
    Complimenti ancora per la tua bellissima torta.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahhahahahah! Ecco, mio marito forse nemmeno li avrebbe assaggiati, mi avrebbe prima chiesto "cosa sono?".
      Pensa che per fargli assaggiare un semplice mango ci ho messo sei anni! Ed ora è tra i suoi frutti preferiti. Per fargli mangiare giapponese invece 10 anni.
      Insomma è difficilotto, ma dai che ti ridai alla fine assaggia... :D
      Grazie mille per essere passata e per i complimenti!!! Mi fa piacere sapere che questi mariti sono fatti con lo stampino!!

      Elimina
  21. Metonimia nel senso che tu dici torta invece di pan di spagna, ah ah? Ma non ti devi buttare giù perché hai fatto una torta stupenda, nonostante il marito fra i piedi! Mo' a sto' punto però la voglio conoscere anch'io la terza giudichessa, eh eh!

    RispondiElimina
  22. A me lo strato della base mi fa simpatia. Ti inganna come a farti credere di essere un cheesecake.. e invece, poi, ti sorprende in bocca!
    La prossima volta, comunque, manda il marito a correre…almeno si allena per il calcetto e te sei libera di pastrocchiare a sentimento!
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahahah correre?? Aaaaahahahhaha!
      aaahahaha ahahahahha ahhahahahah
      Scusa se rido ma è pigrissimo...è già tanto che ogni tanto gioca a calcetto!!
      Solo per convincerlo ad andare a fare una passeggiata devo incominciare a prepararlo psicologicamente un mese prima! :))))

      Elimina
  23. non ami le torte ,non ami i dolci,marito gironzolante sul tavolo , e e e tuuuuu scherzi vero?
    hai fatto una torta che è a dir poco un capolavoro e ti lamenti mousse o non mousse di kumquat .....
    ti capisco ero' mi marito non ama tanti ingredienti ma se non vede li mangia senza saperlo se vede è la fineee
    la mia non l'ha assaggiata perche' ha visto mentre la facevo e lui non mangia nè mascarpone nè panna ,ma se non avesse visto gli avrei detto mangia è un magnifica crema al latte ihhhihihih

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no...non scherzo, è veramente piena di difetti!! Però il gusto era da chetelodicoafa? :P
      Ma sti mariti vogliamo farli riunire? Sembrano fatti con lo stampino!! :)

      Elimina
  24. A me lo strato di pan di spagna che spunta da sotto mi piace, e non lo trovo affatto un difetto. La torta è molto elegante e per quanto riguarda i mariti...bhè sono tutti uguali!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! Quasi quasi mi state facendo cambiare idea su quello strato di pan di spagna... :)

      Elimina
  25. sintetizzo la lenzuolata che non è arrivata, per dirti che, se nella situazione di maggiore stress che può capitare ad unamoglie, sei riuscita a fare una roba simile,la pasticceria è davvero la tua strada. E visto che ormai la roba simile l'hai prodotta,ti aggiungo che sei la nostra osservata speciale,da qualche sfida a questa parte... quindi, sbrigati a vincere :-), che non ne possiamo più :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto di là, potevi anche non riscriverlo... I tuoi commenti fanno un piacere che nemmeno immagini ma so quante ricette arrivano ed il lavorone che fate ogni mese voi giudici! Senza contare che poi la mia ricetta l'hai commentata sulla foto di fb e a me bastava comunque...
      Chissà se la pasticceria sarà il mio futuro... Per quello che mi sta capitando penso di no purtroppo, anche perché ci vorrebbero parecchi soldi... però mai dire mai!
      Grazie infinite Ale!!

      PS. Per farmi ancora più felice desidererei non essere più un'osservata speciale :))))))

      Elimina
  26. Ossignur, l'mtchallenge prende proprio il cervello!!! hahahahaha
    comunque tutte 'ste storie e hai fatto un capolavoro, te possino Mazzè!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Haahahhha prende al cervello sul serio...è una droga!! Il mio non è un capolavoro, che si sappia... ce ne sono di ben altre piu' belle, piu' elaborate e soprattutto perfette.
      La mia sul serio è solo apparenza!! :)

      Elimina
  27. E mi accorgo ora che il commento è volato via.
    Intanto ti dico che mi avevi quasi fatto tornare la voglia di comprare i kumquat...passata immediatamente che per trovare un Po di tempo tocca inventarlo tutte.
    Poi ti dico che questa è un ' altra torta da proporre e lo farò sicuramente.
    Mi piace tutto anche la possibilità di usare o meno i kumquat.
    Mi fai morire con le tue elucubrazioni , a questo punto ti auguro di vincere per godere di
    Un abbraccio un mese di assoluta follia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei la prima che me lo fa notare, sai? Non capisco come sia possibile... anche perché non trovo i commenti nemmeno nello spam... io il blog mi boicotta, aiuto!!!
      Grazie mille, se poi la rifai fammi sapere!!

      p.s. mi ci manca solo di vincere l mtc per farmi diagnoticre del tutto la pazzia...mio marito non aspetta altro!

      Elimina
  28. Ohhhhhh finalmente pure qui!
    Ma lo sai che mi ero persa questo bellissimo blog! Mea culpa... gironzolo pochissimo ma questa non potevo perdermela :)
    Anzi, per non correre il rischio mi segno subito!
    Bellissima ed elegante torta, bellissimo blog e... porta pazienza col marito.. a ognuno la sua croce ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati!! Anche io mi perdo spesso dei blog meravigliosi...come il tuo! Quel gateaux aux chocolats mi ha totalmente conquistato per perfezione e sicuramente bontà... spero che vinca!!

      Elimina
  29. Devo dire che nonostante il marito presente al momento meno opportuno hai tenuto ben dritto il timone e sei arrivata all'obbiettivo, a me sembra perfetta!!!

    RispondiElimina
  30. Questa è un'opera d'arte cara mia .....e sappi che io vada pazza per i kumquat.... :-))))

    RispondiElimina
  31. Umammaaaaaa! Questa me la perdevo....??? Noooooo stupenda... Stupendissimo!
    E mancano pochi minuti per l' annuncio.... Io di te sarei nervosa....

    RispondiElimina
  32. Sarà, sarà, sarà... ma io la trovo perfetta! Bellissima ed originale, come sono sempre le tue creazioni culinarie.
    Comunque tutti i mariti sono uguali. Il mio, come sai, cucina pure quindi almeno non mi osserva quando lo faccio io, però ha le sue fisse su quello che non gli piace, tutte cose che probabilmente non ha mai assaggiato.

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM