Hai più pensato a quel progetto di esportare la piadina romagnola?

salsa romesco piadina

E come capitò a marzo con la sfida del soufflé di Fabiana, ho rischiato di non partecipare.
Il carica batterie del pc mi aveva abbandonato. Certo, potevo ricomprarlo, ma in questi due mesi abbiamo dovuto affrontare una marea di spese, tra cui una MOLTO (ma molto!) sostanziosa e anche trenta euro ora ci sembrano un'enormità, per una cosa di cui al momento possiamo fare a meno, in fondo abbiamo i cellulari che si connettono a internet.
Ho iniziato a lavorare a pieno ritmo, con orari a volte al limite dell'impossibile. Ma almeno lavoro.
Nel tempo libero si gira per via di quella spesona affrontata e che sembra aumenti di giorno in giorno, ma a quanto ci dicono, è tutto normale.
Ieri, unico giorno libero che penso avrò fino a settembre, mi è salita la febbre, così, senza altri sintomi, improvvisamente. E altrettanto improvvisamente è sparita questa mattina.
E potrei andare avanti all'infinito, ma mi fermo qui. 
Perché almeno qualcosa ho risolto. 
Ieri torna il marito dal lavoro, apre lo zaino e mi fa:
"Il mio regalo per te..."

PANICO. Oddio, che giorno è oggi? Anniversario di nozze? Di fidanzamento? Del giorno che ci siamo conosciuti? Compleanno? Aiuto! Che cavolo di giorno è? Cos'è sto regalo? Ma perché? Ed ora come giustifico il fatto che io non gli ho regalato niente? Posso sempre dirgli che l'ho lasciato a casa... ah no...abitiamo nella stessa casa. Uuuh ecco, l'ho lasciato in negozio ma passerò a prenderlo nel pomeriggio.... Ma perché non faccio mai attenzione alle date? Che caspiterina di giorno è oggi?

Lui si inginocchia.

PANICISSIMO. Cavolo! A me il matrimonio in comune basta e avanza... medito di buttarmi dalla finestra... (abito al piano terra, non ho mire suicide!)

Sfruguglia ancora un pochino nello zaino...
"Tieni amore..."

Ed ecco, lo tira fuori... me lo porge. E' una cosa nera...

Cerco di mettere a fuoco...
E' un carica batteria!!!!!

Si rialza.

I miei occhi si illuminano. Salti di gioia. Grida di felicità. Altro che solitario e trilogy. Ma chi li indossa!?
Un carica batterieee! E il mio adorato e scancanato pc torna a funzionare!
Non gli chiedo nemmeno quanto l'ha pagato, dove lo ha preso... l'importante è che posso tornare a scrivere.

salsa romesco

E a pubblicare le mie due piadine per la sfida di questo mese.
Ah, sappi cara Tiziana, che nella pratica ho impastato un chilo e mezzo di farina. Ho un marito piadinodipendente. All'inizio avrei voluto strozzarti (in senso metaforico, in senso lato, in senso....come te pare! :P ) ma una volta assaggiata la prima piadina ho visto il paradiso e ti ho perdonato. E per farmi perdonare quel pensiero cattivo, te ne appioppo solo due di ricette.
Il titolo del post è un verso della canzone di Samuele Bersani, "Freak". E tutti i torti non li ha, un pensierino ce lo farei...

PIADINA CON POLLO CROCCANTE, 
ZUCCHINE AL TIMO E SALSA ROMESCO
salsa romesco e pollo

Ingredienti per 6 piadine (ricetta di Tiziana):
  • 500 g di farina 00
  • 125 g di acqua
  • 125 g di latte parzialmente scremato fresco
  • 100 g di strutto
  • 15 g di lievito per torte salate
  • 10 g di sale fine
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
Scaldare il latte e l'acqua in modo che siano tiepidi. Lasciar ammorbidire lo strutto mezz'ora circa fuori dal frigorifero. 
Disponrre la farina a fontana e mettere all'interno lo strutto a pezzetti, il lievito, il bicarbonato e il sale. Schiacciare tutto con una forchetta e aggiungere l'acqua e il latte a filo. Impastare poi con le mani fino a quando l'impasto non sarà morbido e liscio.
Mettere l'impasto in una ciotola e coprire con la pellicola per alimenti. Lasciarlo riposare 48 ore al fresco, (20°C) o in frigorifero (in quest'ultimo caso bisogna avere l'accortezza di metterla a temperatura ambiente 2 ore prima dell'uso).
Dividere l'impasto in 6 pezzi e formate delle palline. Lasciarle riposare almeno mezz'ora. Infarinare appena il tagliere e disporvi una pallina d'impasto, schiacciarla con la punta delle dita e stendere la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda, con un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5 centimetri. 
Scaldare il testo o l'apposita teglia di terracotta, su un fornello a doppia fiamma, con sotto uno spargifiamma. La temperatura non dovrà essere troppo alta altrimenti la piadina si brucia fuori e rimane cruda all'interno, ma nemmeno troppo bassa.
Cuocere pochi minuti per lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta. Disporre le piadine una sull'altra in modo che rimangano calde.

Ingredienti per le zucchiene al timo:
  • 5 zucchine medie
  • olio extravergine d'oliva
  • sale aromatizzato ai pomodori secchi e aglio
  • timo fresco
Lavare e tagliare le zucchine a fiammifero. Rosolarle in una padella con l'olio caldo e salarle. Aggiungere una tazzina d'acqua e portarle a cottura. Attenzione a non farle sfaldare, devono essere cotte ma rimanere croccanti. Una volta pronte condirle con le foglioline di timo fresco.

Ingredienti per il petto di pollo croccante:
  • 450 gr di petto di pollo intero
  • sesamo
  • semi di papavero
  • olio
  • sale e pepe
Pulire dall'evenutale grasso il petto di pollo (io ho quello della suocera, è un super pollo obeso, non uno qualunque!) e dall'ossicino de presente. Oliarlo per bene, salare e pepare massaggiando la carne. Cospargerlo di semi di papavero e sesamo e infornare a 200°C per 20-25 minuti circa.
Coprirlo bene con la stagnola e lasciarlo raffreddare.
Una volta freddo tagliarlo con il coltello leggermente inclinato (come per la tagliata di manzo).

Ingredienti per la Salsa Romesco (di Jamie Oliver):
  • 6 peperoncini Ñora secchi (o 1/2 cucchiaino di paprika dolce)
  • 1 peperone rosso
  • olio d'oliva
  • 1 fetta di pane
  • 1 cipollotto fresco
  • 1 pomodoro pelato provato dei semi e sfilettato
  • 1 spicchio d'aglio
  • 50 g di mandorle pelate e tostate
  • 25 g di nocciole
  • vino bianco
  • aceto di vino rosso
Accendere il forno a 220°C. Immergere i peperoncini in acqua bollente per almeno 30 minuti. Una volta ammorbiditi, scolarli e tritarli nel mortaio con il pestello.
Mettere il peperone nel forno ad arrostire per 35 minuti. Una volta cotto toglierlo dal forno, porlo in una ciotola e ricoprire con della pellicola. Farlo raffreddare completamente.
In una padella scaldare un filo l'olio e far friggere la fetta di pane da entrambi i lati. Metterlo da parte e farlo raffreddare.
Nella stessa padella rosolare la cipolla tritata con un pizzico di sale. Una volta ammorbidita aggiungere il pomodoro e allungare con un po' di acqua. Portare ad ebollizione e cuocere a fuoco lento per 15 minuti, in modo da ottenere una salsa densa e delicata.
Pestare nel mortaio l'aglio con un pizzico di sale, aggiungere le nocciole e le mandorle continuando a pestare fino ad ottenere una consistenza granulosa.
Sempre continuando a pestare unire il peperone pelato e privato dei semi, la salsa di pomodoro, la "pasta" di peperoncini e la fetta di pane tagliata a tocchetti.
Aggiungere in ultimo una spruzzata di vino bianco e aceto. Regolare infine di sale se serve.

Farcire le piadine: spalmare un cucchiaio di salsa romesco su metà piadina, aggiungere le zucchine ed infine qualche fettina di pollo croccante.

 Ed ora passiamo al #piadamundial. Mannaggia a Suarez e al suo morso. Ma proprio il Messico dovevo scegliere???

PIADINA CON GAMBERI AL COCCO
 E MAIONESE AL LIME

gamberi al cocco

Ingredienti per i gamberi al cocco:
  • 12 gamberi o gamberoni
  • 2 albumi
  • 3 cucchiai di farina
  • 3 gocce di tabasco
  • Sale
  • Farina di cocco
  • Olio di semi di arachide (o girasole)
Sistemare, in 3 diverse ciotoline, gli albumi leggermente sbattuti con il tabasco, la farina e la farina di cocco.
In una padella dai bordi alti far riscaldare l'olio.
Togliere la testa ai gamberi e sgusciarli lasciando però la coda. Togliere anche il filo nero.
Passare i gamberi prima nella farina, poi nell'albume ed infine nella farina di cocco. Friggerli e scolarli una volta dorati.
coconut shrimps

Ingredienti per la maionese al lime:
  • 2 uova medie
  • 300 ml di olio di semi
  • Un cucchino di sale (3 gr circa)
  • 40 ml di succo di lime
  • Scorza grattugiata di lime
E' importante che tutti gli ingredienti abbiano la stessa temperatura (ambiente o di frigo).
Mettere nel bicchiere del mixer in ordine, le uova, l'olio, il succo di lime e il sale. Azionare il mixer a immersione e continuare a mixare fino a quando la maionese non abbia raggiunto la giusta consistenza. Se tutti gli ingredienti avranno la stessa temperatura ci vorranno 1-2 minuti scarsi.

Per il condimento delle sei piadine:
  • 1 avocado
  • 1 peperone rosso
  • 1 cipolletta fresca 
  • 1 peperoncino verde piccante
  • 125 gr di mais dolce
  • cumino
  • gamberi al cocco
Lavare e tagliare il peperone a cubetti e rosolarlo in padella con un filo d'olio ed il cumino per qualche minuto (non deve cuocersi, ma solo insaporirsi).
Tagliare il cipolotto e il peperoncino a rondelle, e l'avocado a cubetti. Unire il tutto in una ciotola insieme al mais. Aggiungere il ripieno alle piadine insieme ai gamberi al cocco e la maionese al lime.

salsa messicana

E Suarez permettendo, mordetemi addentatemi pure!

gambas con cocco

Con questa ricetta partecipo all'MTC di giugno.




20 Forchette :

  1. Io mi ripeto, la salsa romesco è favolosa e ne potrei mangiare una carrettata di queste piadine... ma la piadamundial nella persona di gambero fritto in pastella crossa e con un colpo di testa quasi come quello che fanno i calciatori SOLO nella pubblicità della Nike entra in rete ed'è GOALLLLLLLLLLLL!!!!!!!!! Que mexico!!!!

    RispondiElimina
  2. Quella piadina con i gamberi al cocco è una cosa....ma una cosa....me la sogno di notte!!!!!! :)))
    L'idea dei gamberi fatti così te la rubo senza dubbio :-P
    Ciao tesora!!!!

    RispondiElimina
  3. Felicità è... un caricabatterie!! :-D si vede che ti conosce bene tuo marito!! e anche noi siamo felici di questo regalo perchè così abbiamo potuto leggere e sbav.. ehm.. assaporare queste piadine! la salsa romesco è da sturbo, la proverò presto ma è tutto l'insieme che è perfetto: fra il pollo e le zucchine tutto cucinato in maniera originale, come sempre quando ci sei tu ai fornelli! Suarez ha sbagliato preda: invece di Chiellini si poteva pappare questa delizia messicana.. ora potrebbe continuare il suo mondiale (seguito dai "mortacci tua" che gli manderei io giornalmente, ovviamente) :-) bacioni!!!!

    RispondiElimina
  4. Questo sì che è amore!!
    :-)

    RispondiElimina
  5. hahahahaha mai regalo fu più gradito vero? che dolce il tuo amore....comunque tu l'hai ripagato alla grande con queste piadine capolavoro. Sei forte Arianna!!! Bellissime foto pure!
    baci
    Cris

    RispondiElimina
  6. che belli i regali inaspettati! e lo è anche per noi che possiamo gustarci queste bellissime ricette!!!

    RispondiElimina
  7. In pratica - come d'altronde aveva già intuito Bersani - la piadina è un ovvio parente di naan e pita e ci si possono fare le stesse cose. Un bel kebab di piadina, per dire.

    RispondiElimina
  8. Bellissime piadine, ma ancor più bello e dolce il racconto che le precede :) Regali azzeccati semplic e pieni di amore al momento giusto, cosa chiedere di più? LE piadine sono strepitose! Che dire, complimentissimi! Quei gamberi gridano croccantezza!!!
    Buona serata
    AngelaS

    RispondiElimina
  9. Bellissime entrambe le proposte. E quella salsa romesco, che non conoscevo,è da provare prima di subito!
    Giulia

    RispondiElimina
  10. muoro......tuo marito che si inginocchia è una scena incredibile. ...ancora rido non per tuo marito inginocchiato ma per come hai raccontato la scena. ...sei una grande!....le piade sono altrettanto incredibili...attenzione!!! potrei trasformarmi in suares a azzannarle attraverso lo schermo!

    RispondiElimina
  11. ma questo marito!?!? prima si prodiga alla ricerca dello strutto, poi arriva con tanto di caricabatterie giusto perché tutto questo lavoro non andasse perso.. anche se proprio lui ha pensato bene di papparsi il tutto, insomma che mito!!! Felice di essermi meritata l'assoluzione grazie alla mia piada.. si sa mai!!! Magnifica la salsa romesco, la proverò perché ogni ingrediente mi stuzzica, e nell'insieme questa piada è fantastica! Ma la messicana.. ecco questa l'avevo già notata nel piadamondiale... i gamberi sono perfetti, nella panatura, nella cottura, poi la maionese fatta in casa è tutta un'altra cosa, l'insieme è un sapore delicato, dolciastro, fresco, frizzante, estasi per il palato. Ti ho conosciuta e ammirata proprio grazie all'MTC e ogni volta che passo da qui me ne vado arricchita, grazie!!

    RispondiElimina
  12. Ma che dolce tuo marito!!!!
    Concordo! La ricetta è fantastica. Non vedo l'ora di farla provare a degli amici ghiotti per la piadina.
    Le tue sono meravigliose! Ottime proposte!
    In bocca al lupo per la gara e per tutto il resto.

    RispondiElimina
  13. I nostri mariti sanno come renderci conente....badiamo al pratico noi e se poi ogni tanto ci mettono anche un po' di romanticismo...beh....ci mandano in brodo di giuggiole!!! Tra le due proposte non saprei cosa scegliere, perchè tu cara Arianna sai sempre come stupirci e lo fai sempre con effetti speciali, come te.....baci baci baci Flavia

    RispondiElimina
  14. Solo delle mezze matte,appassionate o semplici foodblogger come vogliamo chiamarci,possono provare tanto entusiasmo dinanzi ad un carica batterie...Ti capisco e condivido ;)...Complimenti per le piadine,ho proprio capito che sono da rifare..le ho appena viste da Natalia!E che condimenti,complimenti!

    RispondiElimina
  15. Altro che trilogy, questi sono i regali importanti!! Come ti capisco!
    Beh, quella spesona ti credo che abbia scombussolato tutti i conti.. ma è davvero una bella spesa.
    E, per tornare a bomba sul cibo, mi sa tanto che non saprei quale scegliere fra le due piadine che hai proposto, quindi credo che sceglierò.., entrambe!
    Due bellissime proposte :)

    RispondiElimina
  16. Ci sto seriamente pensando sai, intendo esportare la piadina che forse è l'unica cosa che non c'è. Comunque la piada con i gamberi è davvero mondiale!

    RispondiElimina
  17. Se avessi saputo che queste erano le ricette, un carica batterie te l'avremmo procurato noi della community in qualche modo! :-)
    Per fortuna ci ha pensato il marito! Veramente più prezioso di un gioello al giorno d'oggi un regalo così. Bravissima.

    Fabio

    RispondiElimina
  18. In bocca al lupo per il tuo lavoro e per tutto il resto ma soprattutto complimenti per queste due piadine stupende che addenterei molto volentieri
    Un abbraccio Ilaria

    RispondiElimina
  19. viva Mexico!!! in bocca al lupo per il piadamundial :)))
    e sì, mannaggia a Suarez... ;)

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Ho partecipato a LSDM

Ho partecipato a LSDM
2016