giovedì 17 luglio 2014

INSALATA DA TIFFANY: PERCHE' QUESTO E' PIÙ BELLO!


Post programmato, perché alle nove sarò a lavoro. 
E' un post in cui vorrei scrivere tantissime cose, ma ho poco tempo e non meritano di essere riassunte.
In questi giorni in cui non stacco un attimo di lavorare, tra il lavoro vero, casa e i lavori di ristrutturazione "fai da te" e la pulizia di ciò che sporcano i muratori... non ho un attimo di tregua, contanto che appena torno a casa devo preparare la cena ed il pranzo per il giorno dopo altrimenti c'è "qualcuno" in casa che resta a digiuno...
Ora ho quei famosi cinque minuti di tregua e ne approfitto.
Perché oggi è una giornata speciale. Esce il secondo libro della Collana I libri dell'MTChallance:  INSALATA DA TIFFANY.
E merita un post tutto suo, una ola, una pubblicità speciale, perché QUESTO E' PIÙ BELLO!!



Titolo: Insalata da Tiffany

Casa editrice: Sagep editori 
Collana: I libri dell'MTChallange
Fotografie: Paolo Picciotto
Illustrazioni: Mai Esteve
Impaginazione: Barbara Ottonello
Editor: Fabrizio Fazzari
Prezzo: 18 euro

in vendita in tutte le librerie e su Amazon, IBS etc...




Argomento del libro sono le insalate come non le avete mai viste!
41 ricette di insalate pensate non come contorni o piatti veloci, ma come vere e proprie protagoniste delle nostre tavole, secondo la moda inaugurata da Escoffier & Co. al tempo della nascita dell'alta ristorazione. 
53 "pezzi facili", vale a dire insalate nel senso più classico del termine. 
Le prime sono tutte ambientate nella Belle Epoque, le seconde hanno una grafica assolutamente contemporanea, con le illustrazioni di Mai Esteve.
Nel mezzo, ci sono x alla enne condimenti: emulsioni stabili e instabili, aceti, olii, sali aromatizzati (e qui ci sono anche io, oh yes!!!) citronette, vinaigrette, maionesi e tutto quanto serve per condire l'insalata in modo da renderla originale e sempre diversa. 
E poi, c'è il "solito" tutto il resto che contraddintingue (e contraddinstinguerà!) i libri dell'MTC: il C'era una volta con la parte storica, e la parte più tecnica, con le attrezzature, i consigli ed il come si fa.
Insomma, è un libro assolutamente da non perdere e da avere in libreria, anche perché...

Acquistando una copia di Insalata da Tiffany, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link: http://www.piazzadeimestieri.it/), un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l'atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e, ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della  realtà, derivato proprio dall'apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all'arte, alla musica e al gusto.


mercoledì 25 giugno 2014

"Hai più pensato a quel progetto di esportare la piadina romagnola?"

salsa romesco piadina

E come capitò a marzo con la sfida del soufflé di Fabiana, ho rischiato di non partecipare.
Il carica batterie del pc mi aveva abbandonato. Certo, potevo ricomprarlo, ma in questi due mesi abbiamo dovuto affrontare una marea di spese, tra cui una MOLTO (ma molto!) sostanziosa e anche trenta euro ora ci sembrano un'enormità, per una cosa di cui al momento possiamo fare a meno, in fondo abbiamo i cellulari che si connettono a internet.
Ho iniziato a lavorare a pieno ritmo, con orari a volte al limite dell'impossibile. Ma almeno lavoro.
Nel tempo libero si gira per via di quella spesona affrontata e che sembra aumenti di giorno in giorno, ma a quanto ci dicono, è tutto normale.
Ieri, unico giorno libero che penso avrò fino a settembre, mi è salita la febbre, così, senza altri sintomi, improvvisamente. E altrettanto improvvisamente è sparita questa mattina.
E potrei andare avanti all'infinito, ma mi fermo qui. 
Perché almeno qualcosa ho risolto. 
Ieri torna il marito dal lavoro, apre lo zaino e mi fa:
"Il mio regalo per te..."

martedì 22 aprile 2014

Er Quinto Quarto de 'a romana de Roma!

cannoli salati

Se non pubblico oggi, non pubblico più. Ho iniziato a lavorare e la sola frase "non avere tempo" per me è diventata un eufemismo. Mano a mano che cucinavo scrivevo la ricetta in modo da portarmi avanti. E' quasi una settimana che ho incominciato a scrivere il post, una frase al giorno in pratica. 
L'idea era quella di creare una sorta di menù sul Quinto Quarto, tema della sfida del mese dell'MTC quindi antipasto, primo, secondo e dolce. E invece...

sabato 15 marzo 2014

Un soffio...al cuore!

soufflé finocchio mela

In realtà non volevo partecipare. 
No, nella maniera più assoluta. Fino a qualche giorno fa solo a guardare pentole e pentolini mi veniva da piangere.
Non sto passando un periodo bellissimo ma sto reagendo. Niente di grave sia chiaro. E nessuna pena d'amore, sono ancora felicemente sposata.
E' solo che da quando mi è arrivata, forte e improvvisa come un lampo e dolorosa come un pugno nello stomaco, una certa notizia, è come se tutto ciò che ho fatto, costruito e progettato da un anno a questa parte fosse svanito improvvisamente.
Non è da me piangermi addosso (ok, i primi giorni sì, ma quando ti capita di tutto in poco tempo penso sia anche normale), ma mi ero afflosciata proprio come un soufflé...

lunedì 17 febbraio 2014

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più?

baccalà e cavolo nero

Suona il cellulare:

There's a lady who's sure
All that glitters is gold
And she''s buying the stairway to heaven
When she gets there she knows, 
If the stores are all closed 
With a word she can get what she came for 
And she's buying the stairway to heaven 
There's a sign on the wall 
But she wants to be sure 
'Cause you know sometimes words have two meanings...

sabato 25 gennaio 2014

Spezzatino di agnello alla senape e miele

Spezzatino agnello miele senape

Profumo di lievito. E di liquirizia.
Le mani lavorano, le dita affondano nell'impasto appiccicoso. Stringono fino a quando l'impasto non prende consistenza, fino a quando sotto le mani non senti l'impasto prendere forma.
Profumo di pane che si spande per casa.
Di domenica mattina non c'è profumo che ami di più. È caldo e avvolgente. E morbido.
Profumo di casa, di famiglia e di amici.
La carne rosola insieme allo scalogno. Abbassi il fuoco al minimo. Aggiungi le spezie. E' ancora presto, ma lo spezzatino ha i suoi tempi, e sai che se poi lo lasci riposare acquisterà ancora più sapore.
Profumo di miele e di senape. 
Profumo di...

giovedì 5 dicembre 2013

E' scoccata L'ORA DEL paTE'


Quando ho aperto questo blog, tre anni fa, spinta da mia sorella Salvietta, non sapevo cucinare. Lo ammetto.
Mi spiego meglio.
Saper cucinare è una cosa, avere la passione un'altra. Un piatto può riuscirti bene, puoi cucinare per intere legioni e venirti tutto buonissimo. Ma il Sapere, il Saper cucinare Veramente, è altra cosa.
Già ne avevo parlato qui.

giovedì 21 novembre 2013

Di pane e di focaccia con farina di castagne

Focaccia con farina di castagne e cipolle stufate con acciughe

"Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti".
C. Pavese -La luna e i falò-