Di giubileo, croissant sfogliati, e tempo che non c'è... ovvero un CROISSANDWICH


Sono tornata.
Più o meno.
All'MTC non posso mancare.
Soprattutto non posso mancare a questa sfida. Primo perché il terzo giudice l'ho scelto io (aò, e sosoddisfazioni anche queste! Lou, dimmi, come ti senti??) e poi.... questa è la sfida numero 50.
Sì sì, avete letto bene. CINQUANTA. 
Cinquanta sfide spalmate in cinque anni. Partecipo solo dal 2012 ma seguivo il gioco da tempo. Il giorno in cui decisi di partecipare mi sono scordata di maledirmi da sola..e lo faccio ora... :P
Perché l'MTC è una droga. 
E' una passione. E' una community che ti sorregge sempre e comunque.
E' cucina.
Amore.
Amicizia.
Famiglia.
E' tutto questo, insieme. Insieme si partecipa. Non ci sono né vincitori né vinti. Né maestri né alunni. O meglio ci sono, ma tutti siamo tutto. Nessuno è posto in un piedistallo. 
Una sorta di Uno, nessuno e centomila culinario letto nella maniera più bella e positiva possibile.


E niente. 
Questo sarà il nostro anno giubilare. Attendo sorprese...

E nell'attesa sforno croissant, tema di questo mese tutto particolare.
Mai e poi mai avrei pensato al Croissant come tema della sfida.
Mai e poi mai avrei pensato di riuscire a farli (ve lo ricordate no, che sono negata con il mattarello, vero?)
Mai e poi mai avrei pensato di trovare il tempo e la voglia visto il periodo che sto passando.
No. Non ci riuscirò mai. Questa sfida non fa per me. Sono stanca. La notte non dormo. Il giorno non mi fermo un attimo.
E poi...
Son testarda. Toro, figlia di un Toro sardo e di un Capricorno abruzzese. Vivo nella città del marmo. So dura. Ma dura dura. Se mi metto in testa qualcosa... E guai a chi pensa "povero marito!", perché vi sento a voi maschietti, sapete???? :)
E niente, almeno dovevo provare.
In silenzio. 
In punta di piedi. 
Senza dir niente a nessuno. 
Con mille dubbi per la testa e senza chieder consigli che quando mi prende sono pure orgogliosa. 
Ed eccomi qui. Giusto per partecipare, si sappia. Anche se l'ultima volta che l'ho detto ho vinto, ma almeno questo mese vado sul sicuro.


La ricetta è tale e quale a quella di Lou, io ho solo aromatizzato il latte con l'anice stellato. E si sente, come retrogusto e come "nota di coda" del profumo. E poi mi piace da matti, coma la liquirizia.
Avevo pensato di abbinarci uno strepitoso gelato e/o semifreddo sempre all'anice ma il tempo è tiranno. 
Ergo, mi faccio un croissandwich!
Dopotutto io ho lanciato la sfida sull'American Burger, perché non rendere panino anche un croissant sfogliato?
Tutto segue un filo logico. Lo vedo solo io? Probabile.
Infine...faccio outing.
Ammetto di non essere un amante dei croissant. 
Mi spiego meglio. Di mattina per me qualsiasi cibo solido è off limits. 
Caffè, caffè e solo caffè.
Poi verso le 10:30 possiamo iniziare a parlare di masticare qualcosa. Ma per il croissant è tardi a meno che non mi viene proprio voglia (raramente ma potrebbe accadere). E per te, fratella, me la faccio venire sta benedetta voglia (astenersi maliziosi).

Piccoli croissant con meno giri...


Però la sfogliatura c'è!!!


Ed ora sorge un dubbio. Ma era obbligatoria la foto della sfogliatura prima di formare il croissant? 
Se è così sono fuori concorso avendo sfogliato di notte fare foto era il mio ultimo pensiero... :D 
Pasa nada, me da igual... sono riuscita a fare i croissant e questa è la soddisfazione più grande!

Croissandwich con salmone marinato


Ingredienti:
x circa 12 croissants

Ricetta copia-incollata da Lou.
Le mie aggiunte sono in rosso e in corsivo.

  • 400 g farina 00, W300-330 meglio, se non possibile W350
  • 220 ml latte 
  • 40 g burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • 30 g zucchero
  • 4 g lievito di birra istantaneo
  • 9 g sale
  • 4 g aceto di vino bianco
  • anice stellato (tre stelle)

  • 200 g burro per sfogliatura


La sera prima riscaldare il latte senza farlo bollire con l'anice stellato. E lasciare poi in infusione tutta la notte  (o fino al momento dell'utilizzo). Tre stelle sono sufficienti per sentire il profumo nei croissant una volta cotti.
In una ciotola sciogliete lo zucchero ed il sale con il latte e l’aceto.
A parte setacciate la farina con il lievito di birra istantaneo.
Unite il burro, gli ingredienti liquidi a quelli secchi fino ad ottenere un impasto grezzo.
È importante che l’impasto non venga lavorato eccessivamente, in modo da evitare di sviluppare la maglia glutinica. Se ciò dovesse accadere vi ritrovereste con un impasto troppo forte che si strappa durante la fase della sfogliatura.
Formate un quadrato e avvolgetelo in pellicola alimentare. Fate riposare il panetto in frigo per 6 ore e se notate che l’impasto lievita dopo un paio d’ore sgonfiate l’impasto.
Poco prima di tirare fuori l’impasto preparate il panetto di burro schiacciandolo tra due fogli di carta da forno come mostrato nei video. Rimettete il panetto di burro nel frigo mentre stendete l’impasto.
Stendete l’impasto a circa 6 mm di spessore facendo in modo che sia largo poco più del panetto di butto e alto due volte l’altezza dello stesso.
Mettete il burro su una metà e richiudetevi l’altro lembo sopra come nel video di Envie de Bien Manger e procedete con la piega a tre (a differenza di quanto mostrato nel video, dove viene fatta una piega a quattro).
Mi raccomando, siate pazienti e per la stesura dell’impasto fate esattamente come lui, soprattutto la cosa di schiacciare con il mattarello, perché così non rischierete di strapparlo.
Avvolgete l’impasto in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero circa mezz’ora.
Stendete il rettangolo, avendo cura che la piega sia alla vostra destra, tirandolo ad una lunghezza corrispondente a tre volte il lato corto e fate una piega a tre come mostrato nel video.
Avvolgete in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero circa mezz’ora. Ripetete la piega a tre e il riposo in frigo. Se fa eccessivamente caldo fate riposare 15′ in frigo e 15′ in freezer.
Fuori dal frigo dividete l’impasto in due e stendete le due porzioni ad una dimensione di 26 x 34 cm e uno spessore di circa 3-4 mm ciascuna. Il piano di lavoro deve essere infarinato a sufficienza, ma non esagerate!



Sbattete l’impasto sul piano di lavoro due volte, per favorire sfogliatura, dopodiché tagliate dei triangoli dalla base di 11 cm circa (io uso un coltello molto grande e affilato tipo da macellaio).
Fate riposare i triangoli per 20′ in frigo prima della formatura.
Fuori dal frigo stirate leggermente la punta dei triangoli, praticate una piccola incisione in mezzo alla loro base e arrotolate con delicatezza i lembi senza premere né stringere troppo l’impasto.
Se fate i croissant la sera per il mattino lasciateli lievitare sulla teglia per un’ora, coperti con pellicola alimentare, dopodiché metteteli in frigo per tutta la notte.
La mattina tirate i croissants fuori dal frigorifero almeno due ore prima della cottura, spennellateli con dell’uovo sbattuto e passato attraverso un colino a maglia fitta muovendo il pennello dal centro del croissant verso l’esterno per evitare che l’uovo faccia attaccare gli strati della sfoglia e copriteli con pellicola alimentare.
I croissant vanno lasciati lievitare a temperatura ambiente almeno due ore (con il caldo agostano, probabilmente in settembre saranno necessaire tre ore) e sono pronti quando tremano un po’ come un budino quando la teglia viene leggermente scossa (non esagerate, dopotutto non vorrete mica compromettere la lievitazione!).
Se volete cuocerli il giorno stesso disponete i croissant su una teglia da forno coperta con carta oleata, spennellateli l’uovo sbattuto, coprite con pellicola alimentare e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 2-3 ore.
Prima di cuocere i croissant spennellateli nuovamente con l’uovo sbattuto.
Preriscaldate il forno a 220° C per 5′, cuocete per circa 10′ dopodiché abbassate la temperatura a 200°C e cuocete ulteriori 10′ o finché ben dorati.
Fuori dal forno fate raffreddare su una gratella.

Per il croissandwich:

(nessuna dose perché ne ho farciti così solo due, gli altri croissant sono stati scofanati a colazione e a merenda con Nutella e marmellata di albicocche e limone, perché noi alla linea ci teniamo :D )

  • gravlax tagliato sottile (ricetta qui e/o qui)
  • formaggio fresco spalmabile
  • insalata gentile
  • zenzero fresco

In una ciotolina lavorare con un cucchiaio il formaggio spalmabile con lo zenzero fresco grattugiato.
Tagliare il croissant e farcirlo con la crema di formaggio, le fettine di salmone e l'insalata.
Piccolo consiglio: Se lo avete (inspiegabilmente al supermercato erano finiti) aggiungete alla crema di formaggio dei pistacchi tritati grossolanamente. Mi saprete dire...

Con il croissandwich partecipo all'MTC di settembre:



45 Forchette :

  1. Un "te possino" non te lo leva nessuno. Sono davanti al video in una pausa pranzo senza pranzo in una Milano che ha già bevuto tutto....e vedo queste foto.... tu-vuoi-che-muoro?
    Bellissima l'idea del Croissandwich. Bella anche per un pic-nic autunnale nei boschi o la merenda del cucciolo di casa.
    Bella idea, bella sfida!
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA come pausa pranzo senza pranzo??? Noraaaa!!!
      Senti io sto preparando un rinfresco per 60 persone, vieni qui anche con il pargolo (il martirio se vuoi puoi lasciarlo a casa o farlo venire che fa compagnia al mio! :)) ) che ci penso io a voi! :D

      Elimina
  2. Quindi in fondo dobbiamo ringraziare te se questo mese ci troviamo a preparare i croissant? :D Grande Mazzetta, l'idea di aromatizzare il latte è fantastica, e io l'anice stellato lo adoro (tanto che tendo a non tenerlo in casa, perché lo sniffo come se fossi una tossica). Complimenti!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io lo sniffo in continuazione...sono una tossica d'anice!!! :D :D

      Elimina
  3. Un croissant perfetto Mazzetta! buca lo schermo veramente! E il tuo ripieno così ben pensato, equilibrato, originale.. ahò, vuoi rivincereeee???? :-) grandissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no... ho già dato, grazie!! Se ne riparlerà per il prossimo giubileo... forse... :P

      Elimina
  4. Çok leziz ve güzel görünüyor. Ellerinize sağlık.

    RispondiElimina
  5. aspetta che finisco di smettere di ridere, eh.... tu sei negata col mattarello!!! buauauaua, che battutona!! Ma la pianti??? :D Ciammarica, il tuo croissant è splendido, punto. Nella versione salata poi mi attira ancora di più che dolce (lo ammetto, tra croissant e bomba, io al bar scelgo la bomba!). Sei sempre superlativa, e confesso che leggendo qua e là che non è un bel periodo mi dispiaccio tanto. A presto ciammaricacocciuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramenteee!!! Ma sai quanto mi prendono in giro a lavoro?? :D
      E dovresti vedere la mia faccia tutta concentrata mentre lo utilizzo...per non far fare le orecchie, non premere troppo ai lati... o troppo al centro.... o stirare troppo sottile che se mi faccio prendere la mano....
      Scritto così sembra quasi porno... :D :D

      Elimina
  6. Spogliatura perfetta di quello cotto e visibile anche a crudo. Bellissimo nel suo insieme.

    RispondiElimina
  7. ma pensa tu e questo sarebbe..."e niente..."?!? ma te possino che hai fatto un croissant meraviglioso, hai trovato il tempo e ti è pure uscito qualcosa di bellissimo e pure buonissimo (questo è per la Van Pelt che ama i superlativi abusati), figurati con il salmone...che bontà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazissime (sempre per la Van Pelt!) Ila! :D

      Elimina
  8. Hai ragione, l'MTC è esattamente questo. E se uno non c'è fatica a rendersene conto. E sono proprio felice di farne parte! :-D
    I tuoi croissant sono sfogliatissimi...invidia!! :-D E soprattutto questi croissant salati ripieni mi hanno sempre fatto una gola immensa e non mi sono mai arrischiata a prenderli al bar...potrei provare anche io con uno di quelli che ho surgelato!
    Un abbraccio,
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quasi li preferisco salai, sai... ma io non faccio testo... ho gusti tutti particolari come dice il dolce (appunto!) consorte! :P

      Elimina
  9. Libidine!!!!
    Oggi ho grattugiato una radice di cren, secondo me nel tuo croissant ci stava da paura.....ma quando cavoletto vieni a trovarmi?!!!!:))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu...ed i tuoi consigli...ed i tuoi ingredienti.... ma quando lo apriamo un foodtruck??? Con la Cornali anche, ovvio!!! Noi tre juntos, appassionatamente!!! Love, fratella!!! E prima o poi vengo a trovarti, sallo!

      Elimina
  10. Tesoro, per essere una che è negata al mattarello ti difendi proprio bene!
    Anche io dopo quelli dolci ne ho fatta una versione salata.. Ma che buoniii!!!
    I tuoi sono super, super sfogliati, super burrosi, super super.. E il ripieno, lo adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene, se entra qualche ladro in casa forse mi saprei difendere meglio col mattarello :P
      Grazie fratella!!!

      Elimina
  11. ...io mi taccio...anzi solo su una cosa non mi taccio...ma chi te lo ha detto che non potresti rivincere?? Comunque per la foto della sfogliatura lascio il responso alle giudicE .... e per il resto...mi taccio..... "..tacci tua"!! ahahahahahah BAci Mazzetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaaaaaaaaaaahahahhahahahahahah!! Io mi taccio anche... che qui di vittoria voglio sentir parlare tra alre 50 sfide minimo come dicevo poco più sopra!!! :D

      Elimina
  12. Io non so se tu sia veramente negata per il mattarello: a vedere questi croissants non si direbbe proprio. :-)
    Brava com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia alla tastiera ballerina del tablet, che appare e scompare a suo piacimento e quando picchio sullo schermo per farla ricomparire mi fa andare su pubblica. :-(
      Dicevo: brava come solo tu sai essere, nonostante i millemila impegni, posso solosognare il delicato profumo dell'anice stellato, abbinato al salmone gravlax che tanto amo!
      Chapeau, triplo chapeau, carissima!!!! :-D

      Elimina
    2. Odio il tablet quando decide di vivere di vita propria! Anche il mio lo faceva (ma ora l'ho dato via...i problemi sono di qualcun'altro :) )
      Grazie mille, Mapi! I tuoi commenti e complimenti mi fanno sempre un gran piacere...senza contare che mi riempiono di un orgoglio che pochi riescono a far fiorire in me.... grazie grazie grazie!!!

      Elimina
  13. A fratella te possinissimo!!!!!
    Ma come ti sei scordata la foto della sfogliatura?? Ma no ma insomma ma dico con i risultati che hai ottenuto è proprio un peccato :(
    Adoro il colpo di genio sottile ed elegantissimo dell'anice nel latte, ma su di te non avevo proprio il minimo dubbio.
    Non sarai in sfida ma per me sei tra i top visti finora.

    E come ci si sente? Beh cavolo tanta gioia mi state dando, anche se per me è tosta cercare di stare dietro al gruppo (infatti non ce la fo) al filo diretto e poi guardare le ricette (ammetto sono in modalità refresh ossessivo della pagina e già mi vedo mille ricette all'ultimo, al mio rientro da Londra e con mille lavori per le mani!)
    Insomma un po' te possino e un po' grazie ;P
    Un abbraccio grande e sfogliato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh...
      Cioè...sì... me la sono scordata. Però lo sapevo... ci ho pensato mentre sfogliavo... poi ho deciso che no... in realtà bastava quella del cornetto da crudo.... poi sono rinsavita... poi non l'ho fatta...e tutto questo durante le pieghe ed il riposo in frigo.
      Grazie mille fratella per questa ricetta meravigliosa! Ho già detto ai miei che quando scenderò a Roma li sommergerò di croissant, sallo!

      E non per girare il dito nella piaga... io anche a giugno ero sommersa da ogni impegno e dal lavoro. All'inizio pensavo di coinciliare e cose, andavo avanti a refresh, a commentare, filo diretto, blog, gruppo...ecc... poi il caos. Aspetta gli ultimi giorni e mi saprei dire.... ma ce la si fa....ed è una grande emozione! Soprattutto ogni ricetta lo è, perché ognuno mette un po' di sé stesso ed è come conoscerci un po' di più!

      Un po' te possino (perché mi hai costretto ad affrontare il mio più grande nemico, il mattarello!), un po' grazie (per la ricetta ed il commento) e un po'...anzi no... tantissimo amoti!!! :D :D :D

      Elimina
  14. E meno male che sei negata col mattarello, che quella sfogliatura là a me pare perfetta!
    Bellissimi, cara mia... non è che ti riporti sfiga da sola? :P

    E mi piace da morire l'anice stellato, credo che sia perfetto come aroma per un croissant, soprattutto se poi me lo interpreti in chiave salata e nordica. E brava la Mazzetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS. ringrazia che non hai fatto la foto della sfogliatura, va!

      Elimina
    2. Sono negata sul serio!!! ahahahhahahahaha qui avrò avuto chiulo!!!

      Elimina
  15. Bè, ho letto anice stellato, ho visto il salmone... non ho più capito niente ;-)
    Bellissimi e assolutamente deliziosi.
    Lidia

    RispondiElimina
  16. Non potevi non partecipare proprio tu questo mese!
    Ed ovviamente ne è uscita una ricetta super!

    Fabio

    RispondiElimina
  17. e dopo i cronuts e dopo i cruffins, ecco qui i crossandwich.
    E scusate tanto, se non c'è più storia.
    solo leggenda :-)
    Grande ari, non sarebbe stata la stessa sfida, senza di te...

    RispondiElimina
  18. Arianna sei una grande solo per il fatto di aver partecipato in questo momento e aver creato queste meraviglie ri rende ancor più unica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri, alla fine non resta che stringere i pugni e continuare ad andare avanti. La cucina mi aiuta...come sempre, mi coccola e mi distrae...e ne ho tanto bisogno!!

      Elimina
  19. no, vabbè, tu sei bravissima fratella! ma per davvero!!!

    RispondiElimina
  20. e daiiii di la verità sei una maga del mattarello ihhihihihiih arianna sono spettacolari complimentissimiiiii
    e doppi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahaah chiedilo allo Chef con cui lavoro... hahahahahahahha io ed il mattarello non andremo mai d'accordo!!! Grazie mille Vero!!

      Elimina
  21. E meno male che sei tornata, perché ci sei mancata, senza di te l' Mtc non sarebbe la stessa cosa!!! E sei tornata alla grande, senza perdere un colpo, con questi croissant speziati e con una sfogliatura da manuale.

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM