Spezzatino di baccalà


  
Il tempo nella Città di Raffaello non è dei migliori. Pioggia, pioggia, pioggia. E freddo. La prossima settimana, neve. 
Ormai lo studio mi ha fagocitato. Sono letteralmente sommersa dai libri, ma non potevo sperare di meglio! Non solo perché amo studiare, ma anche perché in seguito agli scioperi dei ricercatori c'è stato il rischio della sospensione totale delle lezioni! 
Di tempo per cucinare dei "veri" piatti ne ho sempre meno, ma ogni tanto mi concedo un momento di relax, e mi dedico alla cucina. Oggi, infatti, nel calduccio della nuova casa, ho preparato un piatto che Mother fa spesso in questo periodo, e che adoro da quando ero piccina: il baccalà con le patate. 
La ricetta è piuttosto veloce, l'unico inconveniente è l'ammollo del baccalà per 24-48 ore. Ma se vi piace questo pesce, dovete assolutamente provare questa ricetta!


Ingredienti per 2 persone:
  • 500 g di baccalà
  • 400 g di patate
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino
  • prezzemolo
  • 3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
Sciacquare il baccalà per liberarlo dal sale e ammollarlo in acqua per 24-48 ore cambiando l'acqua ogni 6 ore circa.
Trascorso il tempo necessario tagliare il baccalà a pezzettoni, asciugarli e infarinarli. In una padella scaldare l'olio e far rosolare la cipolla tagliata a fettine. Aggiungere i pezzi di baccalà e lasciar rosolare.  Aggiungere un bicchiere di vino. Sbucciare le patate e tagliarle a spicchi non troppo grandi.




Aggiungere le patate, il bicchiere di acqua e un pò di prezzemolo. Mescolare e lasciar cuocere a fuoco medio per 30-40 minuti o fino a quando le patate non risultino morbide. Se si dovesse asciugare troppo aggiungere dell'altra acqua o altro vino.
In genere non salo mai perché il baccalà è abbastanza saporito di suo, ma vi conviene sempre assaggiare.
Servire caldo e gustare il piatto con una spolverata di prezzemolo fresco...




12 Forchette :

  1. qui oggi è uscito uno spicchio di sole che è già svanito...
    il baccalà non lo amo moltissimo qui in Veneto lo facciamo in rosso!

    RispondiElimina
  2. So che il baccalà è buonissimo, io non l'ho mai assaggiato perchè non sopporto l'odore...

    RispondiElimina
  3. @Carpe diem: il baccalà alla vicentina penso sia una delle maniere migliori per cucinare questo pesce!

    @Carlotta: Io proverei a farlo cucinare da qualcun'altro... :P Una volta cotto l'odore si sente di meno...anzi, ti conquisterà!!!

    RispondiElimina
  4. Dieri che deve essere buonissimo!!!

    RispondiElimina
  5. Ok, prima piove, poi nevica, poi ripiove..uff..anch'io ho problemi con l'odore del baccalà, però questa tua ricetta mi ispira.Tra l'altro devo studiare una dieta con poca carne per il mio consorte, quindi sperimenterò!

    RispondiElimina
  6. Mia mamma fa un baccalà buonissimo. Impossibile eguagliarlo!
    La tua ricetta mi sembra davvero speciale, gliene parlerò.

    Baci

    RispondiElimina
  7. @Carpe diem: :D
    @Vittoria A.: è uno dei miei piatti preferiti!
    @Cristina: l'odore del baccalà è forte, ma dopo questa ricetta lo amerai!! :P
    @Kylie: Fammi sapere, allora!! :)

    RispondiElimina
  8. Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
    Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
    Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

    RispondiElimina
  9. Anche dalle mie parti le cose non vanno meglio, si altrena la pioggia alla neve. anch'io adoro il baccalà , ottima questa versione. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  10. Ciao cara... io quest anno me lo stragodo visto che me lo concedono a natale e non a capodanno... il primo natale a casa NOSTRA!!! Quindi visto che (miracolosamente) è a casa per il periodo prefestivo me lo godo al massimo!! :)

    RispondiElimina
  11. @Ramona: Partecipo volentieri, grazie!!
    @Daniela: Che tristezza questo tempo!! :(
    @Sy: Beata te!! :P

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM