Clafoutis di ciliegie (Clafoutis aux cerises)

Come ha annunciato Salvietta in un commento nel post precedente mi sono tolta un altro esame. Ora me ne aspettano altri cinque.
Sospiro. 
Respiro profondamente. 
Trattengo il fiato. 
Siii, ce la posso fare!
Era da parecchio che non postavo un dolce. Mi sembra che l'ultimo sia stato il Tronchetto di Natale. E pensare che la passione per la cucina mi è venuta proprio incominciando dai dolci!
Questo Clafoutis di ciliegie è il primo che preparo, siate magnanimi. 
In realtà io amo la frutta così com'è, passata sotto l'acqua e addentata intera. Però, perché non tentare? Più che altro in dieci giorni che sono stata nella città di C. avrò comprato 5-6 chili di ciliegie...senza esagerare! Tra un paragrafo e l'altro, tra una riga e l'altra...mentre studiavo mangiavo ciliegie. Meno male (in particolare per le tasche di Gi!) che siamo amici del fruttivendolo vicino casa...
Le sto mangiando anche in questo momento. Sono ciliegia-dipendente!
La ricetta originale del clafoutis prevede l'utilizzo delle ciliegie intere in quanto il frutto perde meno acqua, il nocciolo rilascia un aroma particolare e naturalmente si risparmia tempo. Però mangiare un dolce senza noccioli forse è anche più appagante... 
Nell'indecisione io ho denocciolato le ciliegie, ma ne ho messe anche qualcuna intera. E ho aggiunto anche le mandorle a scaglie.
Voi fate come preferite, il dolce è buonissimo comunque. Mi raccomando, assaporatelo tiepido, è una goduria!

Ingredienti:
  • 300-400 g di ciliegie (consiglio quelle grosse e succose, tipo le Vignola o quelle pugliesi)
  • 90-100 g di farina
  • 80-100 g di zucchero (dipende da quanto lo volete dolce)
  • 3 uova
  • 200 ml di latte (chi fosse intollerante al lattosio può usare quello di soya)
  • un goccio di brandy o Rhum
  • 1 bustina di vanillina
  • burro per la teglia (margarina per gli intolleranti al lattosio)
  • mandorle a scaglie


Lavare le ciliegie e denocciolarle. Imburrare una pirofila e cospargetela di zucchero. Adagiatevi le ciliegie denocciolate.


Sbattere le uova con lo zucchero fino a formare un composto chiaro e spumoso. Aggiungere vanillina e farina, il latte a filo e il liquore continuando a mescolare. Deve venire una crema liquida (non troppo!) e omogenea.
Versare la crema nella pirofila dove avete adagiato le ciliegie. Cospargere di mandorle a scaglie.
Far cuocere in forno già caldo a 180 °C per circa 40-45 minuti o fino a quando non sarà dorato. Da mangiare a cucchiaiate e tiepido!! Slurp!

Con questa ricetta partecipo al contest di Zampette in pasta



8 Forchette :

  1. Ma certo che ce la farai ; )
    Questo Clafoutis è molto invitante!

    RispondiElimina
  2. La stagione delle ciliegie dura cosi poco che bisogna approfittarne. Super invitante il clafoutis! Complimenti per l'esame andato e coraggio che il traguardo è vicino! Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Me la segno perchè la voglio proprio provare.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. mai fatto,ma primo o poi lo farò,anche io come te preferisco la frutta al ''naturale''...buon mangiata di ciliegie

    RispondiElimina
  5. Complimenti!!! Ti è venuto benissimo!!!
    Anche io sono una ciliegia-dipendente....ma sono così buone!!!
    Grazie mille di partecipare al mio contest!!!
    In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  6. Ragazze domani ho il terzo esame! Sono esausta, mi sveglio presto e vado a letto tardi!
    Grazie mille per il vostro sostegno, i vostri commenti e soprattutto per i complimenti! E mi scuso nuovamente per l'assenza dai vostri blog, prometto che rimedierò appena mi è possibile! :)

    RispondiElimina
  7. Yummy! I may have to try to replicate that one.

    RispondiElimina
  8. cè un premio per te sul mio blog

    RispondiElimina

Stampa Ricetta

 

Informativa cookie

Partecipo a LSDM